Sony Alpha 7 III Recensione Tidingsblog

Sony Alpha 7 III – Recensione

Ho provato finalmente la famosissima Sony Alpha 7 III, ecco la recensione per voi

Ho atteso con ansia la possibilità di testare una delle ultime Mirrorless di casa Sony e finalmente sono riuscito ad averne una di prova, oggi vi parlo della Sony Alpha 7 III.

All’interno della confezione troviamo:

  • La Mirrorless Sony Alpha 7 III
  • Una batteria NP-FZ100 al litio
  • libretto e istruzioni
  • Caricatore per batteria
  • Cavo Type C
  • Laccio da spalla

Caratteristiche:

Tipo fotocamera: Mirrorless (senza specchio)

Materiale Corpo macchina: lega di magnesio

Tropicalizzazione corpo macchina: SI

Resistente a polvere e spruzzi d’acqua: SI

Resistente a basse temperature: NO (non può operare sotto a 0 °C)

Temperatura di esercizio: 0 – 40 gradi °C

Alimentazione: Batteria agli ioni di litio Sony NP-FZ100 (7,2 V, 16,4 Wh, 2.280 mAh)

Sensore di immagine

Numero effettivo di pixel: 25.3 megapixel

Formato e dimensioni: Full Frame (35,6 x 23,8 mm)

Tipo sensore: CMOS Exmor R

Sistema di pulizia del sensore: NO

Processore che gestisce le informazioni inviate dal sensore: BIONZ X

Ottiche

Ottiche intercambiabili: SI

Innesto Obiettivo: Sony “E”

Mirino

Tipo Mirino: elettronico (a colori) da 1,3 cm (0,5 pollici), XGA OLED

Copertura area visiva Mirino rispetto al fotogramma: 100%

Monitor

Dimensioni: 3,0″

Tipo: Display LCD TFT

Risoluzione: 921.600 pixel

Touch Screen: SI

Display Articolato: SI

Funzione Live View: SI

Display LCD Secondario: NO

Flash

Flash Incorporato: NO

Slitta per Flash Esterno: SI (compatibile con flash P-TTL dedicati)

Supporto di Memorizzazione

Supporto di memorizzazione: Scheda SD (SD, SDHC, SDXC) UHS-I / UHS-II

Numero slot sulla fotocamera: 2

Registrazione Video

Risoluzione massima: 4K

Formato file video: XAVC , AVCHD

Esposizione

Tipo di misurazione: Valutativa a 1200 zone

Controllo esposizione (modalità di misurazione): Multisegmento, Con prevalenza al centro, Spot, Spot Standard/Large, Media schermo intero, Aree chiare

Modalità esposizione: AUTO (iAuto), AE programmata (P), Priorità di apertura (A), Priorità velocità otturatore (S), Manuale (M), Video (AE programmata (P) / Priorità di apertura (A) / Priorità velocità otturatore (S) / Manuale (M)

Compensazione esposizione: +/- 5 EV, in incrementi di 1/3 o 1/2 stop

Bracketing dell’esposizione: SI

Sensibilità ISO: 100-51.200 (modalità estesa: ISO estendibile fino a 204.800)

Blocco Esposizione automatica (AE-Lock): Sì (tasto dedicato sul corpo macchina)

Messa a fuoco:

Tipo: AF rapido ibrido (AF a rilevamento di fase/AF a rilevamento di contrasto)

Punti AF: 693 punti (AF a rilevamento di fase), modalità APS-C con obiettivo full-frame: 299 punti (AF a rilevamento di fase) con obiettivo APS-C: 221 punti (AF a rilevamento di fase) / 425 punti (AF a rilevamento di contrasto)

Modalità: AF-A (AF automatico), AF-S (AF a scatto singolo), AF-C (AF continuo), DMF (Direct Manual Focus), messa a fuoco manuale

Blocco Messa a Fuoco: Sì (tramite pressione a metà del pulsante di scatto oppure tasto personalizzabile)

Porte e connessioni:

  • USB: Sì, Usb Tipo C, compatibile con SuperSpeed USB (USB 3.1 gen. 1)
  • Uscita HDMI micro (tipo D)
  • Ingresso microfono
  • Uscita cuffie
  • Porta Micro-USB

Connettività senza fili:

  • WiFi: SI, Wi-Fi IEEE 802.11b/g/n (2,4 GHz)
  • Bluetooth: SI, Bluetooth® standard ver. 4.1 (2,4 GHz)
  • NFC: Si

Rispetto ai modelli precedenti A7 e A7 II, la nuova Sony A7 III è stata migliorata praticamente in ogni aspetto partendo innanzitutto dal nuovo sensore CMOS (stabilizzato). Questo sensore, pur avendo la stessa risoluzione di A7 II è completamente riprogettato per garantire prestazioni eccellenti in condizioni di luce intensa e anche in caso di scarsa illuminazione.

La struttura in magnesio tropicalizzata è ben fatta, già al primo utilizzo si percepisce che si sta toccando e usando una camera di fascia alta, ideale per professionisti ed esperti del settore.

Le ghiere permettono un controllo completo dello scatto e delle riprese in pochi movimenti. Lo schermo touchscreen è reclinabile fino a 90 grandi con il classico innesto a farfalla.

E’ stato migliorato il sistema AF dove i punti di messa a fuoco sono arrivati ad essere 693 rispetto ai modelli precedenti.

Sulla Sony A7 III è stata montata una batteria “Z-TYPE” che garantisce oltre 700 scatti.

Considerazioni Personali

La Sony Alpha 7 III è una camera realizzata per professionisti e per amatori della fotografia che cercano l’alta qualità. Il sensore stabilizzato permette di scattare in qualsiasi angolazione e riprendere senza disturbi di movimento.

Al tatto si percepisce immediatamente la sua robustezza e sopratutto la qualità dei materiali.

Nonostante io abbia avuto a disposizione una sola batteria, ho scattato per ore tornando a casa con più del 30% di carica, punto estremamente importante per chi non lavora negli studio. Sono convinto che con soli due batterie, si possa viaggiare un weekend senza problemi.

La camera ha il jack del microfono esterno, permettendo a tutti gli appassionati di vlog e travel vlog di potersi auto riprendere in tranquillità.

Punto dolente è sicuramente la manovrabilità dello schermo, la possibilità di ruotarlo solo di 90 gradi impedisce all’utilizzatore di auto riprendersi o aumentare la comodità di scatto, problema già risolto in un’altro modello uscita di recente sul mercato Alpha 7S III (prodotto di un’altra fascia di prezzo).

Destino vuole che durante un matrimonio, un fotografo adepto alla cerimonia mi abbia illustrato alcune funzionalità della camera e sono rimasto affascinato dalla sua gamma colori e della qualità degli scatti.

Il prezzo di vendita è di 2128 euro in kit con obiettivo 28-70 mm.

La mia valutazione è di:

Seguitemi sul mio account Instagram @Tidingsblog, dove pubblicherò sicuramente fotografie e video realizzati con la camera in questione.

You May Also Like

Fujifilm X-E4 Recensione by Tidingsblog

Fujifilm X-E4 – Recensione

Safepal Wallet per Cryptovalute

SafePal il Wallet per Cryptovalute – Recensione

London - Urbanista by Tidingsblog.com

London le cuffie by Urbanista – Recensione

Instax Mini 40

Instax mini 40 by FujiFilm – Recensione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.