hades-banner

Hades – Gli Inferi hanno un nuovo volto

Hades – il nuovo videogame della Supergiant Games

“Non c’è via di fuga…?”

Così inizia la nostra avventura negli inferi con Zagreus, figlio di Ade e testardo protagonista del videogioco Hades, nominato come Game Of The Year 2020.

Hades è un videogame roguelike sviluppato dalla Supergiant Games, casa dei già noti Transistor, Pyre e Bastion

hades

Roguelike

Nessuno scappa dal controllo del sommo Ade e dall’Oltretomba, un labirinto tortuoso fatto di stanze che cambieranno ogni volta e senza un senso preciso, personalizzando ogni volta i nostri tentativi di uscirne.

Così come le stanze, cambieranno anche i nemici al loro interno, le trappole e le ricompense visibili all’entrata di ogni stanza.

Ogni volta che Zagreus verrà ucciso ricomincerà la sua corsa in modo totalmente diverso a quella precedente.

hades_comb

Obiettivo

Hades ci porta a scoprire e viaggiare tra i piani dell’Oltretomba, combattendo con i più disparati nemici, in una corsa forsennata per la superficie, meta del nostro protagonista per poter scappare dall’Ade.

Ma non sarà da solo: ad aiutarlo ci saranno i suoi zii, gli Dei dell’Olimpo, che gli manderanno dei Doni per potenziare le sue abilità di combattimento e garantirgli capacità diversificate a seconda del Dio che offre il suo aiuto.

hades_gods

Morte

La morte in Hades è relativa, nessuno finisce veramente perché l’Oltretomba è già il punto di arrivo finale. In questo modo Zagreus, dopo ogni sconfitta, riemergerà dallo Stige nella Dimora di Ade.

“La Dimora di Ade: quell’oscura e sontuosa tana del Dio degli Inferi non è solo di lui la casa, ma anche della sua ingrata progenie.”

Qui il nostro protagonista avrà la possibilità di stringere legami con i suoi abitanti tra i quali troviamo il suo maestro, Achille e sua madre, Nyx, la Dea della Notte, e di rinnovare gli ambienti, ristrutturando la Dimora ormai in stato di abbandono.

Nelle sue camere avrà la possibilità di potenziare le proprie abilità tramite i frammenti di tenebra raccolti durante ogni corsa e nei giardini potrà allenarsi con le varie armi a disposizione e ricominciare la sua run.

Hades_house

Opinione

Supergiant con il suo Hades ha davvero superato ogni mia aspettativa su questo titolo, ma ci tengo a dividere la mia opinione in sezioni.

Grafica e design

Hades ha un impatto visivo decisamente notevole. Le ambientazioni di ogni livello dell’Oltretomba sono veramente ben caratterizzate con spiragli artistici mai banali; mi è capitato più di una volta di restare a bocca aperta sui diversi punti di osservazione dei piani dell’Ade.

Le illustrazioni dei personaggi sono eccezionali, o meglio, è il tipo di design che mi colpisce e fa impazzire, senza scomodare motoroni grafici del momento.

Meccaniche di gioco

Ero partita molto prevenuta. I roguelike alla lunga stancano proprio per la loro ripetitività, ma Hades ti incentiva con la trama ad andare avanti e continuare a macinare run su run, fino a che non si è abbastanza forti per raggiungere la vetta e, una volta arrivati in cima, non è neanche detto che si fermerà lì.

Il gioco è molto intuitivo, ma a modalità normale, almeno per me, tende a frustrare per la difficoltà con il quale si progredisce nelle stanze dell’Oltretomba a causa della forza dei nemici, rendendo l’esperienza di gioco a tratti estenuante. Tuttavia, per chi vuole evitare la frustrazione della notevole difficoltà di Hades, Supergiant ha messo a disposizione una “God Mode” con la quale si partirà con una difesa contro i danni nemici più alta e andrà ad aumentare ad ogni sconfitta. Il gioco non ne risentirà, riuscendo a rimanere comunque sfidante.

Hades, inoltre, ti spinge a creare tattiche al momento che andranno man mano ad acquisire forma durante ogni run con i vari doni e abilità che si riusciranno a prendere, cercando di valorizzare l’arma che si sta utilizzando. Difficilmente si riuscirà ad avere la stessa build per due corse di seguito.

La storia

Hades ha una trama principale abbastanza semplice, tuttavia man mano che si va avanti si dividerà in quantità rilevante di sottotrame che andranno a seguire il rapporto di Zagreus con ogni personaggio che popola la Dimora di Ade e dell’Oltretomba. Ogni personaggio di Hades, infatti, sarà inserito in un Codex, un tomo appartenente ad Achille, nel quale man mano verrà aggiornata la storia di ogni personaggio e il suo eventuale rapporto con Zagreus.

Nulla in Hades è lasciato al caso e ogni sottotrama risulta avvincente, creando nel giocatore questa voglia di proseguire ogni run con la speranza di poter progredire il rapporto con i personaggi che popolano il videogioco.

hades-tartarus

Tiriamo le somme

Arrivata a questo punto, non mi meraviglio che un gioco indie come Hades sia stato nominato ai GOTY 2020. È lampante il grande lavoro che è stato fatto dalla Supergiant per questo videogame e lo si capisce dalle meccaniche di gioco, dalle ambientazioni, dai dialoghi mai ripetitivi con i personaggi e persino dal doppiaggio azzeccato.

Hades è assolutamente un videogame da giocare.

Dove lo trovo?

Hades è disponibile per Windows e Mac, su Steam e Epic Games, e per Nintendo Switch al prezzo di €20,99

You May Also Like

Fujifilm X-S10

Fujifilm X-S10 – La recensione

Cuffie FresnRebel CODE Anc

CODE ANC Fresh’n Rebel – Recensione

fujifilm gennaio 2021

Prime Novità Fujifilm 2021

occhiali VR Panasonic

Occhiali VR by Panasonic, ma sono veri?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.