mercoledì, Settembre 18, 2019
Cellebrite afferma di poter sbloccare qualunque iPhone

La società israeliana Cellebrite afferma di poter sbloccare qualunque iPhone

“Gli iPhone sono inviolabili”, sembrerebbe essere questa la frase cardine che Apple ha strutturato la privacy dei suoi device.

Cellebrite, nota società israeliana di Cyber Security, attraverso un post sul suo canale Twitter, afferma di poter sbloccare qualunque tipo di device Apple.

L’azienda non è nuova nello scenario Apple, sembrerebbe essere lei l’azienda contattata dall’FBI per la strage di San Bernardino in California.

All’epoca Apple si rifiutò di collaborare con le forze dell’ordine per sbloccare iPhone 5c di Syed Farook.

In quel particolare episodio la società israeliana incassò circa 218 mila dollari per lo sblocco.

Esisterebbe un sistema chiamato Universal Forensic Extraction Device (UFED), capace di decriptare i file sia dei dispositivi Android che dei dispositivi Apple.

Un vero e proprio ingresso forzato disponibile per le forze armate e non.

Ma come possiamo proteggerci da queste società?

La risposta è “una buona password”. Una password da 4 a 6 caratteri è violabile in pochi giorni, da 6 a 8 caratteri è violabile in qualche settimana, ma una password da 12 caratteri alfanumerici il tempo si estende ad anni.

Related Article

0 Comments

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

FOLLOW US

INSTAGRAM

YOUTUBE

Bandiera-300x250-100

Twitter