sabato, 28 Marzo, 2020

Nonostante il mancato lancio di mercato delle noti lenti Google, i Glass continuano a far discutere l’opinione pubblica, facendo addirittura intervenire l’ente governativo FBI.

Molte sono le denunce e gli interventi effettuati contro i possessori del dispositivo, che in alcuni casi hanno portato i protagonisti in tribunale per imputazioni penali. Dopo la contravvenzione avvenuta nell’Ohio alla donna che indossava i Glass al volante della propria auto, nasce un nuovo caso giuridico che ha fatto in poche ore il giro del mondo. Un ragazzo statunitense, mentre era al cinema per un film, è stato fermato all’interno della struttura dall’ente governativo FBI accusando l’uomo di violazione del copyright. Sicuramente il ragazzo non ha passato ore felici, ma è davvero necessario un intervento del genere?

Quel che è certo è che ormai i Google Glass sono al centro della bufera pubblica e questo fenomeno difficilmente porterà benefici alla società se non verranno effettuate sostanziali modifiche. Caso analogo di evidente polemica è il fenomeno dell’app Sex with Glass, applicazione installabile sul dispositivo, che permette alle coppie di visualizzare il punto di vista del partner mentre si hanno rapporto intimi.

Finché non verranno realizzate norme adatte ai nuovi Glass e non verranno creati dispositivi che impediscano le registrazioni, a mio avviso le lenti dovrebbero rimanere non commercializzabili.

[ansa.it]

Related Article

0 Comments

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

FOLLOW US

Bandiera-300x250-100

Twitter